Un Appello contro l’estrazione off shore del petrolio

Piattaforma a Pescara

Appello

Ai Sig.ri Presidenti nazionali delle Associazioni

WWF, Legambiente, Italia nostra, FAI,  Marevivo,Unione per i parchi e la natura d’Italia, Associazione Mediterranea per la Natura, Aidap associazine italiana direttori e funzionari aree protette, 394 associazione nazionale dipendenti aree protette, ISDE, LIPU

Il Circolo culturale cremonese “AmbienteScienze”, a seguito delle tragiche notizie che giungono dal Golfo del Messico per il disastroso evento procurato da una pericolosa e scriteriata ricerca di uno sviluppo senza limiti, ritiene fortemente auspicabile che, almeno in Europa, vengano assunte posizioni saggiamente precauzionali.

Il Circolo “AmbienteScienze”, quindi,

  • preso atto della sentenza del Tar della Puglia che ha accolto il ricorso della Regione Puglia contro il decreto di VIA che aveva approvato l’esecuzione di sondaggi geosismici per la ricerca di idrocarburi al largo delle coste tra Monopoli e Brindisi da parte della “Northern Petroleum”,
  •  osservato però che la suddetta sentenza ha avuto solo la possibilità di contestare le diverse istanze di VIA presentate dalla suddetta società inglese perché insistenti su una zona di mare ritenuta eccessivamente ristretta,
  • rilevata la inadeguatezza della legislazione rispetto ai rischi potenziali per l’uomo e per l’ambiente, come dimostrato, sempre possibili per certe attività,
  • constatata l’impotenza delle attuali tecnologie di fronte a situazioni estreme e tristemente verificatesi,
  • fortemente preoccupato per quanto di simile al disastro del Golfo del Messico potrebbe accadere ai mari europei,
  • ricordate in particolare le consenguenze difficilmente immaginabili per il sistema ecoambientale per un mare chiuso qual’è il Mediterraneo,

non avendo in proprio né le possibilità materiali né la struttura adeguata, avanza alle Associazioni in indirizzo la seguente proposta:

le suddette Associazioni, dopo una doverosa istruttoria presso i loro uffici legali, richiedano ai gruppi parlamentari europei, che istituzionalmente hanno a cuore le tematiche ambientali, la presentazione di una proposta per una direttiva che metta al bando in Europa, la ricerca e l’estrazione off shore degli idrocarburi.

In alternativa, le medesime Associazioni lancino un appello a tutte le associazioni ambientaliste europee per la stesura di una proposta di legge di iniziativa popolare europea, per la quale occorrerebbero un milione di firme, che abbia la stessa finalità.

Ringraziando per la cortese attenzione, il Circolo “AmbienteScienze” resta in attesa di un gentile riscontro.

Pubblicato in Iniziative Circolo
giugno: 2010
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930